Un bambino felice è rumoroso, irrequieto, allegro e ribelle

  • Richard Robertson
  • 0
  • 4086
  • 107

Un bambino felice che si diverte a interagire e scoprire il mondo è forte e ribelle. Tuttavia, negli ultimi tempi è emerso un movimento che ha attirato la nostra attenzione e ci preoccupa: il "Fobia infantile".

È passato un po 'di tempo da allora aumento del tipo di offerta in alcuni hotel che offrono hosting "child free". Cioè, durante il soggiorno non troviamo bambini e altri minori che ci disturbano di notte con i loro pianti o pasticciano la piscina con i loro giochi.

Lo stesso vale per alcuni bar e ristoranti. Questa è un'offerta diversa per tutti coloro che vogliono trascorrere momenti di pace lontano dalla presenza dei bambini..

Questo tipo di movimento sta avendo gravi ripercussioni negli Stati Uniti e nel Regno Unito. Questo ci invita a riflettere su un problema complesso..

Abbiamo dimenticato cos'è l'infanzia? Abbiamo così poca empatia che non siamo in grado di connetterci con questi anni meravigliosi, rumorosi e ribelli che definiscono l'infanzia.?

Quindi, ti invitiamo a riflettere su questo nel nostro spazio..

Assicurati di leggere: 5 livelli di comunicazione con i nostri figli

Quando i bambini ci danno fastidio negli spazi pubblici

Inizieremo spiegando il caso della cantante canadese Sarah Blackwood.. Ha attraversato una situazione che l'ha segnata e ha denunciato con l'aspettativa che, in base alla sua storia, la società avrebbe riflettuto su qualcosa di importante.

Avrebbe dovuto fare un viaggio in aereo con suo figlio di 23 mesi. Era incinta di 7 mesi e anche se non era la prima volta che faceva questo viaggio tra San Francisco, Stati Uniti e Vancouver, in Canada, a quel tempo la storia era diversa.

Quando l'aereo non era ancora decollato, suo figlio iniziò a piangere. A poco a poco tutti i passeggeri iniziarono a guardarla con fastidio. Fu rapida nel sentire disapprovazione che diceva "era una cattiva madre". Chi non sapeva come prendersi cura di suo figlio.

Non passò molto tempo prima che l'assistente di volo venisse a parlare con lei, chiedendole di calmare suo figlio perché i passeggeri si stavano lamentando, e avrebbero potuto prendere in considerazione la possibilità di lasciare l'aereo con la bambina se non avesse fatto silenzio..

La giovane madre era quasi senza fiato.

Il pianto del suo bambino è durato solo 10 minuti, perché dopo questo tempo è tornato a dormire e non si è svegliato fino all'atterraggio..

Le persone non sanno più cosa sia un bambino? Nessuno ricorda che i bambini piangono, ridono, gridano e parlano ad alta voce?

Pensare che un bambino che piange è il risultato di una cattiva genitorialità

Questo è solo un piccolo esempio di ciò che molti genitori soffrono di giorno in giorno. Andare al supermercato, passare del tempo al centro commerciale, mangiare in un ristorante…. Se un bambino urla, piange o attira l'attenzione di altre persone, è perché i loro genitori "stanno facendo qualcosa di sbagliato".

  • È un'idea errata e stigmatizzata.. Ogni bambino ha la sua personalità. e il loro modo di interagire nei contesti più vicini. Ci sono alcuni più irrequieti e altri più tranquilli, ma questo non è sempre il risultato della genitorialità.
  • I bambini piangono e piangere è il linguaggio essenziale per chiedere qualcosa, per comunicare. È naturale che ogni madre capisca.

Dobbiamo essere più empatici e rispettosi quando su un autobus o in aereo vediamo mamme e papà che cercano di calmare i loro bambini durante il viaggio.

La "fobia infantile" sta facendo sì che molti spazi ricreativi negli Stati Uniti e nel Regno Unito inizino a porre il veto sull'ingresso minorile. Tuttavia, così facendo, vietano anche l'ingresso dei genitori. È qualcosa su cui vale la pena riflettere.

È chiaro, senza dubbio, che in termini di turismo, ogni azienda può offrire il servizio di sua scelta e se una persona vuole trascorrere le proprie vacanze senza vedere e sentire un bambino, dobbiamo rispettare le sue preferenze.

Leggi anche: 7 migliori ninne nanne per bambini

Un bambino felice è un bambino che corre, che urla, che attira la nostra attenzione.

I bambini vogliono toccare tutto, sperimentare, sentire, ridere, imparare ... Quindi, se li facciamo stare zitti, non piangere, parlare in silenzio e non ci muoviamo dalle loro sedie, ciò che avremo effettivamente saranno creature spaventate che non oseranno esplorare..

  • Le grida devono essere risolte, non censurate. Se un bambino vuole toccare qualcosa lo proteggeremo dai pericoli, ma è necessario favorire la sua condotta di esplorazione, curiosità, interazione con l'ambiente circostante..
  • L'infanzia è rumorosa per natura. Non devi andare all'asilo o alla scuola elementare durante la ricreazione per ricordare com'è essere un bambino.
  • Avranno il tempo di crescere e tacere, stare zitti sui sedili di un aereo senza disturbare nessuno.

nel frattempo, rispetta i tuoi genitori nel loro compito di educare e sii più empatico con i bambini.

Perché dobbiamo evitare di confrontare i bambini?



Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

Una rivista sulle buone abitudini e la salute.
Impara come sviluppare buone abitudini e rinunciare a cattive. Scopri come prenderti cura della tua salute e diventare felice.