Sono una donna che lavora e una madre che combatte ogni giorno per lei

  • Daniel Chandler
  • 0
  • 1312
  • 46

attualmente, Essere una donna che lavora e una madre è ancora una sfida per la società e per gli stessi protagonisti.

La riconciliazione della vita familiare e lavorativa non è armonizzata nella maggior parte dei paesi, e ciò richiede la creazione di varie strategie personali con le quali possiamo dare di più a coloro che amiamo di più. È una grande sfida, senza dubbio.

Sono passati molti anni da quando la figura femminile ha iniziato ad "abitare" le sfere pubbliche e ha anche svolto funzioni che fino ad allora erano solo maschili.

Leggi anche: "Sono una madre, non schiava delle faccende domestiche": la lettera virale di una donna australiana

tuttavia, ci sono ancora molte battaglie che dobbiamo vincere in uno scenario troppo complesso, in cui in molti paesi non esiste nemmeno una corrispondenza salariale.

Essere una donna che lavora ci dà status e soddisfazione, ed essere madri ci dà felicità, ma ... come armonizzi le due dimensioni? Vogliamo promuovere una riflessione su questo in questo articolo..

Donna che lavora: la “superdonna” del 21 ° secolo

Essere una donna che lavora significa fare un viaggio tra le 4 e le 8 ore al giorno. Se, inoltre, abbiamo figli, i nostri programmi non hanno praticamente momenti di riposo.

  • Ci svegliamo presto, organizziamo la giornata con i nostri partner (se li abbiamo) e cerchiamo di mantenere un ordine più o meno adeguato in cui ognuno è responsabile del proprio ruolo, compresi i bambini..
  • Andiamo a lavorare, torniamo a casa, prepariamo la cena, facciamo il bucato, aiutiamo i bambini a fare i compiti, seguiamo le attività extracurricolari e proviamo ogni momento per trarre il meglio da noi stessi..

In effetti, in alcuni casi questo è considerato "l'ideale" come molte madri non possono andare a prendere i loro bambini a scuola o parlare con loro fino a notte fonda, perché il tuo programma di lavoro non lo consente.

Il principio di "uguaglianza" non si trova in nessuna sfera

  • All'interno della casa, molte donne sono le uniche responsabili della cura della casa e dei bambini..
  • Quando una madre lavora fuori casa, il suo stipendio è spesso considerato "complementare" a quello di suo marito.
  • Nella sfera professionale, l'immagine continua a essere molto discriminatoria per le donne: la gravidanza è spesso una ragione per il licenziamento anticipato o tardivo..

Al giorno d'oggi, nel 21 ° secolo, l'uguaglianza di genere è ancora inesistente ed essere una donna che lavora, oltre ad essere una madre, significa trascorrere determinati periodi di forte stress..

 

Norvegia, il paradiso della conciliazione

La Norvegia è oggi un vero esempio di vita familiare e professionale. in cui le istituzioni di tutto il mondo dovrebbero rispecchiarsi.

Queste sono alcune delle sue politiche, di cui puoi saperne di più in vari articoli e notizie su Internet..

  • La legge prevede alle madri 46 settimane di congedo, con il 100% di stipendio, o 56 settimane, con l'80%.
  • I genitori ricevono una licenza che va da 10 a 12 settimane.
  • La Norvegia offre alle famiglie € 125 al mese fino ai 18 anni.
  • La Norvegia ha 4,9 milioni di abitanti e l'80% delle donne lavora fuori casa.
  • Il 44% delle posizioni nel consiglio di amministrazione è occupato da donne. Ciò è stato ottenuto grazie a una legislazione rigorosa che mira a pareggiare il genere..

La nascita di una nuova generazione: le "madri alfa"

Questi dati attireranno sicuramente la tua attenzione. Negli ultimi anni, e principalmente a causa della crisi economica, insieme allo sviluppo di nuove tecnologie è emerso anche un nuovo profilo di madre lavoratrice che sta guadagnando molto peso nella nostra società:

  • Le madri Alpha sono donne che lavorano e soprattutto apprezzano l'importanza di crescere i propri figli.
  • Sebbene continuino ad assumere la maggior parte delle loro responsabilità domestiche, conducono una vita molto attiva, sia socialmente che professionalmente..
  • Molti di loro svolgono tutto o parte del loro lavoro a casa grazie alle nuove tecnologie, fanno la maggior parte dei loro acquisti online e sono sempre attenti ai temi della creazione, dello sviluppo personale, della moda, della società e della scienza..
  • Queste sono donne di età compresa tra 35 e 49 anni, molte delle quali madri single che, come abbiamo detto prima, dare la priorità non solo ai loro figli ma anche al loro benessere e felicità personali.
  • Pianificano perfettamente i loro programmi, vivono il "qui e ora", si prendono cura del cibo e dei figli e hanno il pieno controllo della loro vita e della loro casa..
  • È senza dubbio una generazione di giovani donne che desiderano avere il pieno controllo delle proprie responsabilità. senza perdere lo sviluppo dei loro figli.

Le "madri alfa"

Ciò includerebbe anche il nuovo flusso di genitorialità lenta, o "creazione di fuoco lento", in cui si cerca di fornire il ritmo della maturità dei bambini senza stress, senza pressione. Sappiamo, naturalmente, che questo non è facile da ottenere semplicemente.

Si consiglia di leggere: le donne hanno bisogno di un anno per riprendersi dopo il parto

Mantenere una casa richiede un investimento economico e richiede "dover trascorrere del tempo fuori casa".

così, Speriamo che le stesse istituzioni e la società comprendano veramente la necessità della riconciliazione tra le diverse sfere della vita di una donna che lavora e di una madre.

Dopotutto, investire nei bambini sta investendo nel nostro futuro..

6 rimedi dell'olio di enotera per la salute delle donne



Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

Una rivista sulle buone abitudini e la salute.
Impara come sviluppare buone abitudini e rinunciare a cattive. Scopri come prenderti cura della tua salute e diventare felice.