La Francia vieta per legge lo spreco di cibo dai supermercati

  • Henry Lester
  • 0
  • 3702
  • 234

Lo spreco alimentare in tutto il mondo è un argomento controverso e ripudio per molti decenni.

Si stima che 1,3 milioni di tonnellate di cibo finiranno nella spazzatura ogni anno, mentre in molti luoghi le persone muoiono di malnutrizione e fame..

Per molti anni, le organizzazioni hanno lottato per cercare di ridurre questi numeri, ma i risultati degli studi lo dimostrano c'è ancora una perdita annuale molto significativa.

La critica principale contro i grandi distributori è quella spesso preferiscono perdere una parte importante del loro cibo piuttosto che donarlo ai più bisognosi.

Per questo motivo, un uomo di 35 anni di nome Arash Derambarsh ha proposto l'iniziativa di creare una legge per impedire ai supermercati di gettare cibo invenduto..

L'idea di Arash lo suggerisce, invece di sprecare, gli stabilimenti hanno fatto donazioni alle organizzazioni di beneficenza e alle banche alimentari per distribuirle tra i bisognosi.

A seguito di una campagna sostenuta da acquirenti e attivisti anti-povertà, il Senato francese ha approvato all'unanimità una legge a beneficio di migliaia di senzatetto.

Impara: 6 modi interessanti di usare i rifiuti di caffè per la bellezza e la casa

La Francia, il primo paese al mondo a vietare lo spreco alimentare per legge

La decisione del Senato francese ha reso la Francia il primo paese al mondo a vietare ai supermercati di sprecare o distruggere il cibo.

Gli stabilimenti di oltre 400 metri quadrati dovranno firmare contratti di donazione con beneficenza, perché in caso contrario dovranno pagare una multa di 75.000 euro o saranno condannati a due anni di carcere.

Le notizie hanno incoraggiato i promotori di organizzazioni di beneficenza, in quanto assicurano che la nuova legge contribuirà ad aumentare la qualità e la diversità del cibo che ricevono per distribuire..

Jacques Bailet, capo della catena alimentare francese, ha dichiarato che spera che la misura aumenterà la donazione di frutta, verdura e carne che rappresentano il deficit più grave che hanno attualmente..

I responsabili della raccolta e della conservazione di tutti gli alimenti sarebbero le banche registrate e le organizzazioni di beneficenza, che sperano anche di aumentare il personale per rendere più efficace il controllo del nuovo flusso alimentare..

Leggi anche: 5 idee per realizzare cestini per rifiuti riciclati

Molti saranno consegnati in luoghi della comunità e centri specifici, invece di essere distribuito per le strade.

Maggiori informazioni sulla legge sui rifiuti

La legge punirà anche i supermercati che lasciano rovinare il cibo di proposito., una pratica che è aumentata in molti stabilimenti per impedire alle persone che spostano i cassonetti di mangiare i loro prodotti.

Sfortunatamente negli ultimi anni il numero di famiglie disoccupate, studenti e disoccupati ha cercato nel cassonetto dei rifiuti i prodotti che sono ancora adatti al consumo e che sono stati gettati via perché sono vicini alla data di scadenza..

Lo svantaggio è quello in molti luoghi le persone diffondono la candeggina sugli alimenti che verranno gettati via. Secondo loro, il motivo è evitare l'intossicazione alimentare se le persone consumano cibi scaduti.

Ci sono anche quelli che immagazzinano cibo in luoghi privati ​​dove la raccolta viene effettuata direttamente dai camion della spazzatura..

I prossimi obiettivi delle organizzazioni di beneficenza ...

Con questo primo risultato raggiunto, le organizzazioni benefiche si stanno preparando a continuare a lavorare per i prossimi obiettivi.

Il primo sarà trovare più volontari disposti a collaborare con il controllo e la distribuzione degli alimenti. Saranno necessari più camion, magazzini e frigoriferi per far fronte alle maggiori donazioni..

D'altra parte, l'obiettivo principale sarà convincere l'Unione europea a prendere in considerazione l'adozione di una misura analoga per tutti i paesi membri del blocco.

Lo spreco alimentare in Francia proviene dall'11% dai supermercati, il 67% dai consumatori e il 15% dai ristoranti, quindi i promotori di questa iniziativa sanno che resta ancora molto da fare in futuro..

Tuttavia, con il decreto legge lo sanno è stato compiuto un passo importante verso una società più consapevole e sostenibile.

Bailet afferma che con solo un aumento del 15% delle donazioni dai supermercati, sarà possibile consegnare 10 milioni di piatti in più all'anno..

Il sogno a lungo termine è che molti paesi in tutto il mondo adotteranno leggi come questa per ridurre gli sprechi. ma soprattutto affinché tutte le persone bisognose abbiano l'opportunità di mangiare.

Vecchi elettrodomestici: come riutilizzarli



Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

Una rivista sulle buone abitudini e la salute.
Impara come sviluppare buone abitudini e rinunciare a cattive. Scopri come prenderti cura della tua salute e diventare felice.