Stevia, il dolcificante dei diabetici

  • Peter Sherman
  • 0
  • 2721
  • 223

Il primo incontro tra Europa occidentale e Stevia ebbe luogo intorno al XVI secolo, al tempo del colonialismo spagnolo in America Latina. I coloni spagnoli furono stupiti dai poteri dolcificanti della pianta e mandarono un rapporto al riguardo ai loro sponsor in Spagna..

Ma non è stato fino al 19 ° secolo che l'Europa ha aumentato il suo interesse per questa erba, quando ha iniziato a studiarne l'uso in Brasile. Nel 1899, il botanico svizzero Moses Bertoni divenne noto per essere stato il primo a studiare le proprietà della stevia..

Nel 1900 il chimico Ovidio Rebaudi produsse il primo studio chimico della pianta, rivelando il suo potere dolcificante - circa 300-400 più forte dello zucchero.. A differenza dello zucchero, la stevia non ha avuto effetti inutili sul nostro corpo e non conteneva calorie.

Una promessa "giovane" con un inizio difficile

È incredibile quanto poco usiamo questa pianta per cucinare e addolcire bevande e dessert, preferendo lo zucchero bianco, così pericoloso per la salute..

Scopri: come lo zucchero influisce sul tuo corpo? Tutto quello che devi sapere

Non è chiaro il motivo per cui l'uso di questo dolcificante sano non sia popolare ed è più comunemente preferito solo da persone con restrizioni dietetiche come diabete o ipertensione..

Oltre a non ingrassare e causare danni al corpo, la stevia ha ancora proprietà medicinali. Alcune persone affermano che l'industria alimentare e l'industria farmaceutica non hanno interesse a stimolare il consumo delle piante perché perderebbero denaro..

Ma ogni consumatore ha il potere di decidere cosa preferisce mangiare e la stevia è molto più adatta dello zucchero o dei dolcificanti artificiali..

Tuttavia, alcuni sostengono che l'uso continuato di stevia può portare a bassa pressione sanguigna e sterilità, come si dice che gli indiani Guarani usassero la pianta come contraccettivo..

Ecco perché in Europa si sta ancora discutendo se questa pianta debba o meno essere approvata per il consumo umano. In Brasile, tuttavia, può essere facilmente trovato in qualsiasi supermercato, in forma liquida, estratta o in polvere..

Un tesoro per la salute o un pericolo?

I guaranì paraguaiani lo conoscono come "kaa hee" (finocchio) e lo usano non solo per addolcire il compagno.

Usano anche la stevia come tè medicinale e il trattamento contro l'obesità, l'ipertensione, bruciore allo stomaco, riduzione del livello di acido urico e anche come tonico del cuore..

La stevia è una fonte di proteine, fibre, ferro, fosforo, calcio, potassio, zinco, vitamine A e C. È priva di calorie, grassi, zuccheri, colesterolo e carboidrati..

Alcuni studi indicano che la stevia aiuta a regolare naturalmente i livelli di glucosio, il che è una speranza per i diabetici..

Ma le interazioni farmacologiche di questa pianta e i suoi effetti ipotensivi lo rendono inadatto per alcuni tipi di pazienti con tendenza alla bassa pressione sanguigna (come quelli che soffrono di sindrome dei vasi vagali)..

L'uso della stevia come cibo provoca polemiche

Alcuni paesi si oppongono alla libera commercializzazione della stevia, ma sia l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) sia l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura (FAO) hanno rilasciato un consumo umano sicuro di stevia..

Questi organi determinato un apporto massimo di 4 mg per kg di peso corporeo al giorno. Nei paesi d'America, il suo consumo è stato rilasciato, ma in Europa no.

Infine, la stevia è buona per il consumo umano o meno?

Nota che quando acquistiamo un dolcificante da questa pianta, stiamo effettivamente acquistando uno dei suoi estratti. Non è la pianta stessa, ma uno dei suoi composti chimici, una frazione molto piccola della pianta originale che si mescola con altri composti e prende il nome di stevia..

Il composto E-960, estratto dalla pianta, è il principio attivo dei dolcificanti che portano il nome della pianta..

Molte persone affermano che mentre la pianta di Stevia, in natura, è salutare, il dolcificante che porta il tuo nome non lo è, perché ha un'alta percentuale di conservanti ed è stato anche privato di molte sostanze benefiche presenti nella pianta.

Molte persone criticano le aziende alimentari e farmaceutiche che sfruttano commercialmente la stevia per questo motivo, vendono un prodotto che sembra naturale sull'etichetta e sul nome ma è essenzialmente solo un altro dolcificante e può ancora essere riempito con conservanti artificiali. , che fanno più male che bene.

Leggi anche: Dolcificanti naturali e sani

Inoltre, uno studio ha scoperto che il consumo di una certa concentrazione di stevia può prevenire l'ovulazione nelle donne agendo come contraccettivo. Ma dopo 10 giorni senza consumarlo, la donna ovulerà di nuovo normalmente.

Come coltivare la stevia a casa e goderne le proprietà dolcificanti



Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

Una rivista sulle buone abitudini e la salute.
Impara come sviluppare buone abitudini e rinunciare a cattive. Scopri come prenderti cura della tua salute e diventare felice.