Camminare cambia il cervello quando si soffre di depressione

  • Robert Patterson
  • 0
  • 4152
  • 946

Quando soffri di depressione, il tuo mondo ha un altro ritmo. Un cervello che attraversa questo processo sperimenta un livello molto più basso di attività e ci sono meno connessioni neuronali..

Come spiega uno studio dell'Università dell'Illinois (USA), l'amigdala, la struttura che funge quasi da sentinella delle nostre emozioni, è caratterizzata dal funzionamento a un livello molto più basso durante gli stati depressivi..

Tutte queste caratteristiche hanno uno scopo molto concreto: costringerci a concentrarci su noi stessi. Tutto funziona in modo tale che questa introspezione ci consente di analizzare questo mondo interiore, comprenderlo e risolverlo..

Tuttavia, essere in grado di farlo non è mai facile.. Una depressione non guarisce come un'influenza o un'infezione. Per superare questa malattia è necessario affrontare il problema con approcci diversi..

In primo luogo, se il nostro medico lo decide, seguiremo un trattamento farmacologico, integrandolo con una terapia appropriata..

Inoltre, i neurologi ora si concentrano su questo processo parlando di ciò che è noto come neuroplasticità neuronale..

Sperimentare nuovi stimoli e nuove sensazioni intense e significative può "riattivare" la nostra connessione neuronale.. Qualcosa di semplice come fare una passeggiata in un ambiente naturale ogni giorno può essere molto terapeutico..

Successivamente offriamo tutti i dati. Vale la pena tenerne conto.

Se soffri di depressione, non dimenticare: fai una passeggiata

Scott Langenecker, uno psichiatra dell'Università dell'Illinois, spiega che uno dei fattori che spesso scatena una depressione è il "pensiero dei ruminanti".

Le persone attraversano periodi in cui sono ossessionate da certe idee negative e fatalistiche..

È come una melodia incessante. A questi pensieri negativi aggiungeremo altri fino a quando generiamo un processo emotivo così fatalistico che cadiamo nel nostro buco nero.

Oggi molti di noi vivono in città. Inoltre, la nostra gamma di movimento è limitata..

La vita di routine in piccoli spazi, o anche in relazione con le stesse persone, può intensificare ulteriormente il "pensiero dei ruminanti".

Tanto che la depressione è molto più comune nei contesti urbani che nelle città più piccole in cui le persone sono in contatto con la natura.

  • È importante sottolineare che non si tratta di lasciare tutto e vivere su una montagna. Dobbiamo solo cercare alcune ore per noi stessi quando possiamo semplicemente connetterci con la natura..
  • Se soffri di depressione, fai una passeggiata ogni giorno in un parco, nei boschi o in spiaggia.. In qualsiasi area verde in cui vi è un'area predisposta per una facile camminata.

Ciò che noteremo dopo alcuni giorni è il seguente:

Il nostro umore cambia

Quando esercitiamo - in effetti, camminiamo solo per mezz'ora - il nostro cervello rilascia endorfine.

  • Le endorfine interagiscono con i recettori nel cervello, riducendo la percezione di tristezza, negatività e persino dolore..
  • Come ci dicono i neurologi, le endorfine ci danno un senso di piacere, che molti descrivono come "euforia del corridore".
  • È una sensazione positiva ed energizzante che si rompe con il pensiero ossessivo e fatalista.. Questo ci aiuta a relativizzare molte cose..

Favorisce la connettività neuronale

Abbiamo parlato in precedenza della disconnessione neuronale associata alla depressione. È interessante sapere che un esercizio moderato ma costante migliora le prestazioni del nostro cervello..

Qualcosa di così meraviglioso può essere realizzato in molti modi..

  • In primo luogo appare qualcosa chiamato "neurogenesi", cioè vengono create nuove cellule cerebrali.
  • La frequenza cardiaca è regolata, il cervello riceve più ossigeno e, inoltre,, favoriamo il rilascio di sostanze neurochimiche più piacevoli, più positive e motivanti.
  • Tutta questa "chimica" interna crea nuove cellule e favorisce connessioni neuronali più forti..

Questi benefici non si noteranno il primo o il secondo giorno.. Dobbiamo essere costanti in queste attività quotidiane..

Basta andare a fare una passeggiata ogni giorno per mezz'ora, sapendo che è "solo per noi".

Un momento di piacere.

Raccomandiamo di leggere: la solitudine ricercata è piacevole

Camminare migliora la nostra creatività

Potresti chiederti come la creatività può aiutarti quando soffri di depressione. Che ci crediate o no, questa capacità è incredibilmente potente per favorire il miglioramento, per vedere un percorso più positivo nel nostro recupero..

Camminare rilassa. Ogni passo che fai e ogni manciata di ossigeno che ricevi stimola il tuo cervello..

In questi momenti di connessione con se stessi e il benessere, siamo in grado di relativizzare molte cose. Inoltre, pensiamo ad altri nuovi.

Ogni pensiero nuovo e positivo è un modo per spezzare le catenelle che ci imprigionano nella nostra prigione depressa..

Leggi anche: la depressione può essere curata praticando yoga

È molto probabile che se vai a fare una passeggiata oggi, hai un'altra idea. Questa creatività non deve essere collegata a qualcosa di artistico.. Parliamo di creatività personale che ci aiuta a uscire dal nostro abisso.

Superare una depressione non è facile. Tuttavia, un giorno sorge una nuova aspettativa, un progetto, un desiderio e, in seguito, una decisione che cambia tutto..

Vale la pena metterlo in pratica. Se hai la depressione, fai una passeggiata e lascia che il tuo cervello guarisca a poco a poco.

A che punto della depressione dovresti cercare aiuto?



Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

Una rivista sulle buone abitudini e la salute.
Impara come sviluppare buone abitudini e rinunciare a cattive. Scopri come prenderti cura della tua salute e diventare felice.